Storie di donne obese

Un’ora prima.
Obesa, sì.
Grassa e cicciona, è chiaro.
La donna cannone, certo.
Olga l’hanno chiamata in tutti i modi possibili.
Era sempre stata, come dire, una fanciulla di peso, ecco.
Ma aveva smesso di prendersela.
Di dare… peso, se mi permettete la facile ripetizione, alle parole.
Soprattutto quelle che la ferivano.
Leggi come l’inevitabile assuefazione delle creature diversamente belle.
Questo però non vuol dire che avesse perso di vista l’essenziale.
O, forse, dovrei dire perso d’orecchio.
Il suono, quello no, quello non aveva smesso di apprezzarlo.
La melodia della parola, detta o scritta, non l’aveva affatto dimenticata.
Sin da quando ne aveva percepito il valore, a soli cinque anni.
“Sto bene, cara”, aveva detto quel giorno sua madre prima di coricarsi, “vai a giocare e divertiti.”

Leggi il resto

Commenti

Alessandro GhebreigziabiherStorie di donne di Alessandro Ghebreigziabiher, scrittore, attore e regista teatrale.

Temi: storie di donne straordinarie, storie di donne maltrattate, storie di donne forti, storie di donne coraggiose