venerdì 16 marzo 2018

Storie di donne e amicizia

Non parlo del cuore.
Non ho mai ambito a tanto.
Accanto, sì, quello sì.
Dell’organo che batte e da ritmo alla tua vita mi è sempre bastata la musica.
La colonna sonora per qualcuno che ama.
Che mi ha amato.
Mi hai salvato, sì, lo hai fatto.
Ogni giorno della nostra vita insieme.
Donandomi una parentesi perfetta in una normalissima eternità.
Perché quelli come noi, che hanno davvero avuto cura l’uno dell’altra, sanno molto bene che il tempo che vale deve avere un inizio.
E una fine.
Il problema, semmai ce ne sia uno, è che possiamo scrivere solo il primo.
I the end di questo mondo, il sipario che chiude, i titoli di coda, non ci riguardano.
La fine, qualunque essa sia, possiamo solo viverla con la stessa forza e passione con la quale abbiamo interpretato le scene precedenti.
Leggila come la coerenza delle star che vincono il tempo.
Le attrici meravigliose che, innanzi alle aspiranti del momento, ti costringono a dire la solita frase.

Leggi il resto

Nessun commento:

Posta un commento