martedì 20 marzo 2018

Storie di donne e madri

Una per tutte.
Così la chiameremo.
La migliore e la sola.
La festa che le conterrà tutte.
Strette, abbracciate, come noi.
Ora.

Guarda, ci sono davvero, apri gli occhi, sul serio.
Cancella le inutili lacrime, ci sarà tempo per piangere, c’è sempre.
Osserva quante meraviglie possono entrare in una pupilla che ama.

Il giorno che danzerai con l’uomo che meriterà il ballo successivo.
L’attimo prima che la musica inizi a farla da padrona.
E quello in chi la odierai per essere come tutte.
Leggi come il tallone d’Achille delle canzoni perfette.
Finiscono.
Proprio sul più bello arrivano alla fine.

Leggi il resto

Nessun commento:

Posta un commento